Vai al contenuto

Dichiarazione dello stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi – anno 2018

Ordinanza n. 78 del 7 maggio 2018 avente ad oggetto:  Dichiarazione dello stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi anno 2018. Manutenzione delle aree incolte e/o abbandonata del centro abitato, divieto di bruciatura delle stoppie, delle paglie e della vegetazione sull'intero territorio comunale.

IL SINDACO

VISTE le norme già richiamate nel D.P.G.R. n. 266 del 30.04.2018 – Dichiarazione dello stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi nell'anno 2018, ai sensi della L. n. 353/2000, della L.R. n. 7/2014 e della L.R. 38/2016;
VISTO il D.Lgs. n. 267/2000 – “Testo Unico delle leggi sull'ordinamento degli enti locali”;
VISTA la Legge n. 100 del 12 luglio 2012, riordino della Protezione Civile per le parti in vigore;
VISTO il D.Lgs. n. 1 del 02.01.2018 – “Codice della Protezione Civile” che abroga la Legge 225/92 Istitutiva del Servizio Nazionale di Protezione Civile;
VISTA la Legge Regionale Puglia n. 38 del 12.12.2016 “Norme in materia di contrasto agli Incendi Boschivi di Interfaccia”;
VISTO il D.Lgs. n. 285/1992 – “Codice della Strada” e successive mm.ii.;
VISTO il vigente Regolamento Comunale di Protezione Civile, adottato con Delibera di Giunta Comunale n.23/09;
VISTO il Piano Comunale di Protezione Civile, adottato con Delibera di Giunta Comunale n. 57/2008 e successivo aggiornamento adottato con Deliberazione di Consiglio Comunale n.62 del 12/11/2013;
VISTO il Decreto n. 10/2013 di costituzione del COC Centro Operativo Comunale in attesa di riordino;
RITENUTO che nelle previsioni del Piano Comunale, l’incendio boschivo ed assimilabili, riveste rischio primario individuato per il territorio comunale, che presenta una superficie boschiva pari al 15% circa del totale, nonché la presenza di aree a rischio di incendio rilevate come interfaccia e attività turistiche ricettive correlate, con grave rischio e pregiudizio non solo all'ambiente ma anche alla pubblica incolumità;

D I S P O N E

Di richiamare le premesse quali parti integranti e sostanziali del dispositivo e conseguentemente

O R D I N A

Il rispetto di tutte le norme riportate nel Decreto del Presidente della Giunta D.P.G.R. n. 266 del 30.04.2018 – “Dichiarazione dello stato di grave pericolosità per gli incendi boschivi nell'anno 2018, ai sensi della L. n. 353/2000, della L.R. n. 7/2014” e della L.R. 38/2016, in corso di pubblicazione sul BURP”.
Di dichiarare e confermare dal 1 giugno al 30 settembre 2018 il periodo di grave pericolosità per gli incendi, relativamente a tutte le aree boscate, cespugliate o arborate del territorio comunale nonché:

1) E’ FATTO DIVIETO ASSOLUTO, al fine di salvaguardare la pubblica e privata incolumità, evitare il verificarsi di danni agli ecosistemi agricoli e forestali, al patrimonio pubblico e privato e per evitare procurati allarmi, di bruciare le stoppie, la vegetazione spontanea e l’eventuale accumulo di residui vegetali di sfalci e potature;
2) E’ fatto obbligo, su tutti i terreni del territorio comunale, di realizzare entro il 31 maggio, fasce protettive o precese di larghezza di quindici metri lungo il confine con tutte le aree adiacenti, indipendentemente dal tipo di coltura in atto;
3) Ai proprietari e conduttori, a qualsiasi titolo, di terreni ed aree di qualsiasi natura e loro pertinenze, incolti e/o abbandonati, ricadenti all'interno del territorio comunale, entro e non oltre il 31 maggio di procedere agli interventi di pulizia delle suddette aree e dei muretti contermini, provvedendo alla rasatura o estirpazione delle erbe e/o sterpaglie, residui di vegetazione ed ogni altro materiale infiammabile, con particolare attenzione ai cigli stradali ed alle banchine prospicienti i predetti siti, anche al fine di prevenire gli incendi. Tali interventi, dovranno comunque essere effettuati periodicamente, in modo da garantire la completa pulizia e manutenzione dei luoghi. Il materiale proveniente dallo sfalcio delle erbe, sterpaglie e/o dalla pulitura dei terreni e delle aree, deve essere rimosso a cura e spese degli interessati, immediatamente completate le predette operazioni, con divieto assoluto di deposito nei contenitori stradali predisposti per l’ordinario servizio di raccolta dei rifiuti solidi urbani, ma conferito nei pressi degli stessi previo avviso a farsi presso la Polizia Locale-Servizio Protezione Civile o alla ditta TRA.DE.CO. gestore dei servizi di igiene urbana e servizi complementari.
Sono fatte salve le disposizioni per l’esecuzione dei lavori che dovessero interessare la sede stradale.
4) E’ fatto obbligo ai proprietari, conduttori, Enti pubblici e privati titolari della gestione, manutenzione e conservazione dei boschi, entro il 31 maggio, di eseguire il ripristino e la ripulitura, anche meccanica, dei viali parafuoco, in particolare lungo il confine con piste forestali, strade, autostrade, ferrovie, terreni seminativi, pascoli, incolti e cespugliati.
5) I proprietari o conduttori a qualsiasi titolo di superfici boscate e nei pascoli confinanti con colture cerealicole o di altro tipo, devono provvedere a proprie spese, a tenere costantemente riservata una fascia protettiva nella loro proprietà, larga almeno cinque metri, libera da specie erbacee, rovi e necromassa effettuando anche eventuali spalcature e/o potature non oltre il terzo inferiore dell’altezza delle piante presenti lungo la fascia perimetrale del bosco.
Le suddette attività di prevenzione sono consentite fino al 31 maggio e non sono assoggettate a procedimenti preventivi di autorizzazione in quanto strettamente connesse alla conservazione del patrimonio boschivo.
Ai trasgressori dei divieti, prescrizioni e/o obblighi previsti della presente Ordinanza, verranno applicate le sanzioni previste per le Violazioni delle prescrizioni e/o obblighi previsti nel D.P.G.R. n. 266 del 30.04.2018 e procedure relative, oltre a quanto previsto dall'articolo 10 della I. 353/2000, dalla Legge Regionale n. 38/2016, soggette a sanzione di cui alla tabella allegata alla presente Ordinanza.
Tutti i cittadini sono obbligati, in caso d’avvistamento d’incendio, di chiamare immediatamente uno dei seguenti numeri telefonici:
115 Vigili del Fuoco - 1515 Carabinieri Forestali - 112 Carabinieri - 113 Polizia di Stato – 117 Guardia di Finanza
080.4322848 Comando Stazione Carabinieri Forestali Alberobello
080.4325340 Polizia Locale Alberobello- Ufficio Protezione Civile Comunale
080.4321010 Carabinieri Alberobello
080.4322123360.370416 Protezione Civile Comunale – Centro Decisionale e Volontari di Alberobello
800.33.16.16 Per il conferimento e deposito di sfalci di potatura o legnosi in genere e per contattare la ditta TRADECO.
Il Comando Stazione dei Carabinieri Forestali, gli Organi di Polizia, nonché tutti gli altri Enti territoriali preposti per legge, le Guardia Volontarie per le parti di competenza, sono incaricati di vigilare sulla stretta osservanza della presente Ordinanza oltre che di tutte le leggi e regolamenti in materia d’incendi nei boschi e nelle campagne perseguendo i trasgressori a termini di legge.
La presente Ordinanza ha efficacia immediata da oggi, contestualmente a debita pubblicazione all’Albo Pretorio, sulla pagina Web Istituzionale Comunale e di Protezione Civile.

Accessibility